Notizie importanti

Domande frequenti (FAQ)

1. SEVASA ha un vetro smerigliato trasparente?

Sì, il processo di acidatura di SEVASA, che prevede la trasformazione della superficie del vetro, dà come risultato un vetro smerigliato o acidato. sia traslucido che trasparentea seconda della tecnica e della tecnologia utilizzata.

  • Per le applicazioni che richiedono un vetro antiriflesso con la massima luminosità o una trasparenza molto elevata, contattateci. Sono disponibili diverse opzioni.
  • Per le applicazioni che richiedono la combinazione di trasparenza/opacità nello stesso pezzo, vedere Graduel®la finitura satinata a transizione progressiva, leader di mercato.
  • Per le applicazioni che richiedono un vetro per pavimenti ad alta sicurezza, trasparente e antiscivolo, si prega di fare riferimento ai modelli nella sezione CriSamar® STEP Serie T.
  • Per le applicazioni che richiedono un vetro liscio e satinato con un'elevata resistenza ai graffi e alle macchie e la massima luminosità, vedere LuxFine® Antigraffio.

Per qualsiasi altra applicazione che richiede trasparenza e che non può essere trovata nel nostro motore di ricerca dei prodottiContattare direttamente SEVASA.

Ricordate che abbiamo a disposizione altri prodotti e una produzione personalizzata adatta alle vostre esigenze specifiche.

2. Il vetro antigraffio di SEVASA può essere graffiato o macchiato?

Vetro Antigraffio, LuxRaff® y LuxFine®I vetri acidati SEVASA hanno un'eccezionale resistenza ai graffi e alle macchie, fino al livello 6 della scala MOHS e fino a 4 volte superiore rispetto ai vetri acidati standard.

La sua durezza provoca talvolta che, a contatto con un utensile abrasivo o metallico eventuali tracce sulla superficie del materiale dell'utensile stesso utilizzato, sembri un graffio, ma in realtà è il degrado del materiale, che scompare quando si pulisce con un panno o un po' d'acqua.

Per graffiare un prodotto SEVASA Antiscratch con l'aiuto di prodotti chimici o strumenti aggressivi ci vuole una vera e propria intenzione.

Si tratta ovviamente di vetro e, sebbene sia temperato, può rompersi e deteriorarsi con l'uso di macchinari o con una manipolazione impropria.

Per quanto riguarda le macchie, è ovvio che se qualcosa cade sul vetro, questo si sporca e talvolta appare macchiato. La differenza tra L'antigraffio è che questo sporco sparirà con una semplice pulizia.mentre su altri vetri smerigliati rimane.

Ci sono altri marchi sul mercato che commercializzano impunemente le loro false caratteristiche di resistenza ai graffi e alle macchie. Le differenze tra i prodotti sono abissali: alcuni di quelli testati da SEVASA sono di livello 2 della già citata Scala Mohs. Assicuratevi e richiedete al vostro fornitore la garanzia di certificazione dei servizi offerti..

3. Perché utilizzare LuxRaff® Antiscratch in cucina e bagno?

Nuovo vetro ad alta resistenza ai graffi e alle macchie LuxRaff® Antiscracth rompe tutti i vecchi luoghi comuni secondo cui "il vetro è delicato".

Con un indice di durezza superficiale pari a 6 della scala Mohs (superiore a quello dei materiali comunemente utilizzati per i piani di lavoro, come il marmo o il granito, e pari al quarzo utilizzato da prestigiosi marchi commerciali), l'uso del vetro SEVASA in queste applicazioni offre vantaggi eccezionali:

  • Assicura il design degli interni innovativoIl 100% è un materiale moderno e soprattutto 100% riciclabile, dall'aspetto elegante e sofisticato.
  • Pratico e di facile manutenzione.
  • Vetro satinato LuxRaff® Antiscracth è naturalmente antibatterico.
  • Ottenere il colori più purianche di un bianco perfetto, grazie a una base di vetro extrachiaro.
  • E può essere temperato e laminato.
4. Quale spessore devo applicare al pavimento, alle scale o ad altri pavimenti in vetro?

SEVASA produce il vetro da pavimento CriSamar® STEP y LuxRaff® Antiscracth in lastre. Fornisce il caratteristiche tecniche di resistenza, antisdrucciolo e relative certificazioni La soluzione ottimale per le diverse applicazioni architettoniche, siano esse regolamentate dalla legge o su richiesta dell'architetto.

Tuttavia, dati come il spessore del vetro devono essere calcolati in base alle dimensioni, al tipo di supporto o ancoraggio, al tipo di utilizzo, all'ubicazione e al tipo di locale, alla frequenza di passaggio, ecc. e alle esigenze di trasformazione che il vetro calpestabile di SEVASA richiederà.

In questi casi, poiché richiede accorgimenti e specifiche particolari, sia in termini di trasformazione che di installazione, è consigliabile che l'architetto e il vetraio che valuta il progetto confrontino criteri ed esperienze professionali.

5. Posso scegliere tra un vetro da pavimento trasparente o traslucido?

Sì, SEVASA offre diverse finiture di vetro antiscivolo per pavimenti, tutte con diversi livelli di antisdrucciolo:

Se ci sono limitazioni, saranno dovute ai requisiti di sicurezza antiscivolo del responsabile del progetto o del vetraio, a seconda del tipo di applicazione, dell'ubicazione, delle normative nazionali del paese di installazione, ecc. che possono limitare le opzioni. Ad esempio, i modelli incisi trasparenti tendono a offrire una minore resistenza allo scivolamento (a seconda del metodo di prova).

6. È possibile che più detergente uso, più sporco appare?

Sì. Alcuni detergenti domestici contengono additivi come esaltatori di brillantezza, coloranti, ecc. che possono lasciare tracce sul vetro satinato. In questi casi, l'aggiunta di altro prodotto non fa che peggiorare la situazione.

Una delle caratteristiche del vetro SEVASA è che, una volta installato, non richiede alcuna manutenzione particolare. Una semplice pulizia con sapone neutro, o anche solo con acqua, è sufficiente per mantenere il loro aspetto migliore.

7. Il suo effetto traslucido scompare se si bagna?

Temporaneamente sì, finché non si asciuga.

Tutti i vetri satinati perdono la loro caratteristica di opacità finché sono a contatto con l'acqua e finché non si asciugano. Pertanto, nei bagni, nelle cabine doccia e nei box doccia, è consuetudine posizionare il lato smerigliato verso l'esterno.

Lo stesso vale per le facciate continue o i tetti vetrati quando la stuoia è installata verso l'esterno e piove. Tuttavia alcuni architetti hanno sfruttato questa caratteristica con l'obiettivo di guadagnare luminosità nei giorni di pioggia e di dare un aspetto dinamico e differenziato ai vostri progetti.

8. L'umidità influisce sul vetro smerigliato?

Come qualsiasi altro vetro, durante lo stoccaggio l'umidità dell'aria può infiltrarsi tra le lastre impilate e attaccarne la superficie con l'idrossido di sodio che si genera se rimane troppo a lungo sulla lastra.

Per evitarlo, si raccomanda una pulizia regolare e, se il vetro si bagna, deve essere disimballato, asciugato e riposto con distanziatori per consentire il passaggio dell'aria tra le lastre o utilizzando un materiale di asciugatura tra le lastre.

È improbabile che il vetro installato raggiunga queste condizioni perché la circolazione dell'aria, la pioggia o la pulizia lo impediscono.

9. Posso lavorare vetri di grande formato e XXL?

Sì, esattamente come tutte le altre dimensioni. Le caratteristiche di tutti i prodotti SEVASA XXL - attualmente fino a 9000 mm - sono esattamente le stesse. Possono essere laminati, temperati, curvati, ecc.

Tuttavia, l'architetto e il progettista devono tenere conto del tipo di lavorazione richiesta e consultare il trasformatore in merito ai suoi limiti in termini di tipo di macchinari, possibilità di trasporto, possibilità di montaggio, ecc. Ad esempio, non tutti i trasformatori sono adatti alle lastre XXL.

10. Perché utilizzare il vetro satinato acidato di SEVASA?
  • Perchè il vetro smerigliato di SEVASA è estremamente resistente, rimane inalterabile nel tempo, senza degradarsi o sbiadire. I suoi prodotti sono garanzia di qualità e prestazioni tecniche.
  • Architetti, progettisti e vetrai lo preferiscono perché permette di scegliere il livello di luminosità, diffusione della luce e privacy desiderato con i diversi prodotti disponibili, consentendo la personalizzazione.
  • Lo preferiscono per la sua omogeneità di raso e colore sia sul foglio che nelle successive sostituzioni.
  • È molto apprezzato dai vetrai perché la sua qualità è evidente durante i processi di trasformazione del vetro.
  • Per la costante innovazione tecnica dei prodotti SEVASA, sempre un passo avanti rispetto al settore.
  • Il vetro smerigliato di SEVASA è un materiale ecologico e 100% riciclabile.
  • Per l'impegno e la gestione nella sostenibilità certificata con ISO 9001 Qualità e ISO 14001 Ambiente.
  • E per quasi 30 anni di esperienza: i suoi marchi come Satenglas®, SatenDecor® y Crisamar®. sono diventati nomi generici nel settore del vetro satinato architettonico e decorativo acidato.
11. Sono un prescrittore, potete fornirmi le tariffe?

SEVASA è specializzata nell'opacizzazione e nell'incisione ad acido di lastre intere di vetro pianoLa produzione dei nostri prodotti è di alta qualità tecnica e capacità industriale, servito alla vetreria professionale per la successiva lavorazione e installazione..

Se siete architetti, costruttori, progettisti o altri tipi di committenti, dovrete stabilire che tipo di trasformazioni richiederà il vetro per il vostro progetto, quindi il modo migliore per valutare un preventivo è contattare direttamente il vostro vetraio di fiducia e richiedere il vetro SEVASA di vostro interesse.

Scoprite le prestazioni dei vetri satinati SEVASA. Possiamo consigliarvi sulla scelta del vetro giusto e sulla sua prescrizione se ci fornite i dettagli del vostro progetto (vedi sezione "...").Prescrizione / Scegliere il vetro giusto").

12. I prodotti SEVASA possono essere temperati?

Sì, tutti tranne SV-Color.

13. I prodotti SEVASA possono essere laminati?

Sì, tutti.

14. Qual è la gamma di spessori con cui SEVASA lavora?

Gli spessori possono variare da 1,1 mm a 19 mm.

15. Voglio installare un vetro SEVASA nella mia casa, chi devo contattare?

È necessario contattare il vetraio più vicino.

16. Sa quando è iniziata la produzione di vetro?
  • Nel 5000 a.C.
  • Piccoli oggetti di vetro sono stati scoperti nell'antico Egitto e i primi siti romani testimoniano la lunga tradizione di tecniche di disegno e di stampaggio utilizzate nella produzione del vetro.
17. Qual è l'ingrediente principale del vetro?

Sabbia. Le proporzioni esatte della miscela sono circa 60% di quarzo, 20% di soda e solfato e 20% di calcare e dolomite.

18. A quale temperatura la sabbia diventa liquida?

Le materie prime devono raggiungere i 1600 gradi per fondere.

19. Sapevate che un DLF è un multiplo perfetto di un PLF?

Nel vetro, i multipli di 3 sono utilizzati come standard.

ORDINA I TUOI CAMPIONI
Per ricevere i vostri campioni, compilate il modulo sottostante.

Siete interessati a tenervi aggiornati su ciò che accade nel settore del vetro? Vi invitiamo a iscrivervi alla nostra newsletter mensile per rimanere aggiornati su argomenti come le EPD, le normative che tutelano gli uccelli, le tendenze del design e molto altro ancora.

"*" indica i campi obbligatori

NEWSLETTER
Tenetevi aggiornati ogni giorno sulle ultime notizie di SEVASA via e-mail

"*" indica i campi obbligatori